la mia storia anglosassone. gli inizi.

Andare in basso

la mia storia anglosassone. gli inizi.

Messaggio  bavosa il Dom Ago 07, 2011 10:04 am

i miei inizi di pescatore vedono come imprinting la pesca dalla barca , e a surf casting, a dire il vero da pescatore è un po forte come espressione visto che ero il piccolo porta borse e procura caffe di mio padre e i suoi amici, Laughing Laughing anche se a me faceva immensamente piacere e sopratutto la cosa che contava era che ero in mare!
la morte di mio padre giunse alla mia tenera età di 9 anni, e da li in poi il mare per un lungo periodo lo dimenticai! Non smettero mai di ringraziare mia madre , mio zio carlo , e gli amici di mio padre che contribuirono a farmi rimanere la passione per la pesca nel sangue, dandomi l opportunità di scegliere e capire quale fosse l ambito piscatorio che più mi soddisfava! avevo circa 10 anni qando iniziai a pescare nei laghetti, agli inizi le classiche trote (pollo), che però la stupidità di esse e la facilità di cattura non mi hanno mai appassaionato, in quella struttura dove quasi tutte le domeniche incastravo qualcuno per 4 ore a portarmici vi sono vari laghetti, tra cui uno adibito alla pesca al colpo, un gran bel lago, ricco di pescie e carponi extralarge, mi soffermavo sempre ad osservare questi colpisti, che agli occhi di un bambino sembravano davvero dei fenomeni, osservavo vari tipi di pesca , dalla roubasienne , alla pesca al inglese, dal ledgering , alla classica pesca a fondo, ma tra tutte queste tecniche ,quella che più mi affascinava era proprio lei, la elegantissima pesca anglosassone, fatta di spadini di 3,90 m ai 4,50, con dei gallegianti coloratissimi, che in fase di lancio mi sembravano dei proiettili scagliati allora a distanze irragiungibbile in quel tempo per me, i loro combattimenti con carpe di ogni dimensioni, mi rapivano mi constringevano ad appiccicare gli occhi su quel attrezzo tanto agile ma altrettanto potente, che con armonia portava a 25 metri lenze leggerissime con eleganza e precisione, mi innamorai sul serio! inizia a documentarmi con gli occhi di un bambino che riescono ascrutare piccolezze che gli occhi di un adulto non colgono, forse per la curiostà innata dei fanciulli, o forse perchè gli adulti hanno troppi problemi per stare a badare alle piccolezze, o dopo poco riusci ad acquistare la mia prima attrezzatura da pesca inglese, economica ma che per me era il massimo del massimo che potevo desiderare allora! già dalle prime uscite sempre i quel lago iniziai a fare pratica, ricordo ancora i lanci disorganizzati e imprecisi, lenze che si ingarbugliavano una volta si e l altra pure, palline di patura scagliate a destra e sinistra , trivare il fondale un problema da non dormirci la notte, ma passo passo, con pazienza e costanza e con l aiuto di molti del posto riusci ad imparare decentemente, e verso l eta di 15 16 iniziarono le prime uscite insieme ad amici di mio padre in laghi naturali, come bracciano o turano, dove qui scopri lo scorrevole ed altre diavolerie che per un neofità solo a pensarici sembrano impossibile da realizzare! oggi è la pesca che amo di più la pesca secondo me più elegante , e la più curata, che nella sua semplicità è resa difficilissima, dal saepr fare quelle due o tre cose alla perfezione, il lancio, la pasturazione , e la lenza, in altre tecniche puoi raggiungere la perfezione in queste tre cose anche al 50 % e vedere comunque un misero risultato, nella pesca anglosassone no, ti devi avvicinare il più possibbile al pescare bene!
oggi leggo su riviste , forum , e canali di pesca della difficiolta di tale tecnica, e molti giovani anche garisti che si impiccano con una match rod tra le mani, preferendo la pesca francese, assai più semplice e redditizia, ma l emozione di scagliare un siluro a 30 metri o più e pescare su un fondale di 10 metri avendo risultati in termini di catture non la cambierei manco con una nassa di 30 kg di carpe pescate a roubasienne......

solo una piccola riflessione indiretta, che oggi il mondo della pesca non è più una sfida con il pinnuto , ma prendere pescie sempre e nel modo più semplice.

bavosa

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 05.07.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: la mia storia anglosassone. gli inizi.

Messaggio  Angelito Brigante il Lun Ago 08, 2011 3:31 pm

ancora i miei complimenti! scrivi davvero bene!bravissimo, un bel racconto carico di emozioni Very Happy
avatar
Angelito Brigante
moderator
moderator

Messaggi : 1578
Data d'iscrizione : 27.08.10
Età : 32
Località : Reggio Calabria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum