DESCRIZIONE SPECIE D'ACQUA DOLCE PARTE 3 (specie marine che risalgono i fiumi)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

DESCRIZIONE SPECIE D'ACQUA DOLCE PARTE 3 (specie marine che risalgono i fiumi)

Messaggio  bigattino 92 il Lun Giu 28, 2010 9:51 am

b) Oggi parleremo della regina del mare ovvero la spigola che nello stadio giovanile in alcuni periodi del'anno risale i corsi dei fiumi anche per diversi chilometri.

GENERALITA'



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]







Dicentrarchus labrax, detto Branzino (prevalentemente nelle regioni italiane settentrionali), Spigola (regioni peninsulari), Ragno (tratti della costa toscana) o Pesce lupo, è un pesce marino della famiglia Moronidae. Il nome "branzino" deriva dal veneto e lombardo bransin e cioè 'branchino': il pesce dalle branchie in vista, mentre il nome "spigola" deriva dalla spina preopercolare molto acuta e tagliente ("spigolo").


DESCRIZIONE



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]







La Spigola è un magnifico pesce, ha il corpo allungato , elegante, un poco compresso lateralmente che a pieno sviluppo può arrivare fino al metro di lunghezza e ai 10-14 chilogrammi di peso. La testa è robusta, con la mandibola prominente sulla mascella. La bocca è ampia, un poco obliqua e armata di aguzzi denticelli che formano una specie di velo all'interno di questa. L'opercolo è munito posteriormente di due spine aguzze e il preopercolo è seghettato sul bordo posteriore. Il dorso reca due pinne contigue e di pari altezza, delle quali la prima e sorretta da raggi spinosi e la seconda da raggi molli. La caudale è concava posteriormente, l'anale è situata ventralmente alla dorsale molle, le ventrali sono subtoraciche e infine le pettorali sono piuttosto corte. La colorazione è mimetica: grigio plumbea sul dorso, grigio chiara con riflessi giallicci e delle punteggiature scure Sui fianchi (bene evidenti negli individui giovani) e infine bianco argentea sul ventre.

DISTRIBUZIONE E HABITAT



[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]





Il branzino vive nelle acque temperate del Mediterraneo, Mar Nero e Atlantico orientale (dalla Norvegia al Senegal) generalmente in acque costiere ed eccezionalmente fino ad un centinaio di metri di profondità.
Lo si può trovare su qualsiasi tipo di fondale, da quelli rocciosi alle praterie di Posidonia oceanica.
Ben tollerante ai cambiamenti di salinità è in grado di risalire i fiumi per parecchi chilometri in cerca delle proprie prede.

L'ambiente preferito dalla spigola è la zona costiera, dove di solito si tiene in acque la cui profondità raramente oltrepassa i cinque metri. Entro questi limiti frequenta le coste rocciose sia alte che basse, le scogliere artificiali, i porti, le lagune di acqua salmastra e in maniera particolare le foci dei fiumi anche con modesta portata, purché con acque pulite, nelle quali può trovare il suo cibo abituale costituito soprattutto da gamberi, latterini, mugginetti, ceche e anguilline.

ABITUDINI

Le giovani spigole sono gregarie, ma una volta divenute adulte, diventano dei predatori solitari astuti e aggressivi, i quali hanno bisogno di un'ampia zona di caccia. Proprio per questa sua natura di predatrice, il suo comportamento è sempre sospettoso e pieno di curiosità.



RIPRODUZIONE

Si riproduce nei mesi invernali tra gennaio e marzo; è stata frequentemente documentata nel periodo di "fregola" la presenza di un singolo individuo di sesso femminile, in genere di grandi dimensioni, vicino al fondale (profondità in genere inferiore a 10 metri) e attorniato da un gruppo di decine di maschi di dimensioni inferiori al chilogrammo. Dopo solo tre giorni di incubazione si schiudono le larve.




ALIMENTAZIONE

È un predatore principalmente notturno, si nutre di piccoli pesci, anellidi, cefalopodi e crostacei di cui va ghiotto.
Comunque, al contrario di quanto comunemente si crede, la Spigola non disdegna altri bocconi più umili quali le arenicole che cerca rasentando il fondo, i pesci morti, il semplice pane e infine i bachini di sego o bigattini.


TECNICHE DI PESCA

La spigola viene costantemente insidiata con diverse tecniche di pesca, sia dalla costa che a traina e il sub la caccia sia all'aspetto che all'agguato in uno degli ambienti preferiti dalla spigola: le dighe frangiflutto.
avatar
bigattino 92
postatore lv 3
postatore lv 3

Messaggi : 249
Data d'iscrizione : 09.06.10
Età : 25
Località : san roberto

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum