Pesca a fondo - come catturare l'orata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Pesca a fondo - come catturare l'orata

Messaggio  Zoro86 il Dom Lug 25, 2010 7:56 pm

L’orata (Sparus aurata) è un pesce di mare e di acque salmastre, appartenente alla famiglia degli Sparidi. Il suo nome deriva dalla caratteristica striscia di color oro che il pesce mostra fra gli occhi. È un pesce strettamente costiero e vive tra i 5 e i 150 m dalla costa; normalmente conduce una vita solitaria o a piccoli gruppi. I periodi migliori per la pesca all'orata sono quelli estivo e autunnale, quando la temperatura dell'acqua è più elevata e le orate si avvicinano alla costa. Gli orari nei quali è più facile trovarla sono i più caldi e cioè dalle 10 della mattina fino alle 17,00 anche se non sono rare catture in altri momenti della giornata.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

La canna che ci serve per questo tipo di pesca non deve avere una potenza di lancio eccessiva, un casting di 80-100 può andar bene, in quanto non ci sarà bisogno di lanciare molto lontano. Bisogna però che la canna sia abbastanza robusta perchè ci si potrebbe trovare di fronte ad esemplari di buona taglia. Di conseguenza sarà necessario anche un buon mulinello, con la frizione ben tarata.

La montatura che useremo è abbastanza semplice da realizzare anche per i neofiti. Il piombo, deve essere di tipo scorrevole e possibilmente a sfera (va bene anche a saponetta o a pera) in modo da limitare al massimo gli incagli. Useremo il piombo scorrevole in quanto l'orata è un pesce molto diffidente, e prima di ingoiare il boccone lo tritura e lo gira in bocca. Vedremo, infatti, il cimino della canna tentennare numerose volte prima che si pieghi definitivamente. E' importante quindi non avere fretta nel ferrare e aspettare che il pesce abbia ingoiato. Una volta inserito il piombo sulla lenza madre, va montata una girella in acciaio alla quale verrà legato il terminale. Tra il piombo e la girella è necessario inserire un salvanodo (tubetto di plastica o perlina), in modo che il nodo non venga danneggiato. Il terminale, dovrà essere lungo almeno 1,5 - 2 metri, e di diametro che andrà dallo 0,18 allo 0,30 (preferibilmente fluorocarbon). Molto importante è la scelta dell'amo poiché la poderosa dentatura dell'orata può facilmente piegarlo o addirittura romperlo. Le misure più adatte vanno dal n.1 al n.4, i più usati sono quelli del tipo beak, o gli aberdeen (io personalmente preferisco i primi).

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Le esche più adatte alla sua cattura sono la cozza, il granchio, il paguro, il cannolicchio, mentre tra i vermi i migliori sono l'americano, il bibi e anche l'arenicola.
avatar
Zoro86
miglior postatore
miglior postatore

Messaggi : 1271
Data d'iscrizione : 09.06.10
Età : 31
Località : Reggio Calabria

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum