LA LENZA PER IL BOLLENTINO DI PROFONDITA'

Andare in basso

LA LENZA PER IL BOLLENTINO DI PROFONDITA'

Messaggio  Mico7 il Lun Ott 18, 2010 11:16 am


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


Data la notevole profondita',per evitare frequenti recuperi e' necessario utilizzare molti braccioli, generalmente da 6 a 10, di lunghezza contenuta, circa 10/20 cm, in modo da evitare, per quanto possibile, gli attorciliamenti.
I braccioli possono essere legati nello stesso modo utilizzato per gli altri tipi di bolentino, meglio se con un nodino sulla lenza per impedirne lo scorrimento, vedi Legatura braccioli ( per maggiori dettagli vedi Lenze da bolentino).
In alternativa alla legatura del bracciolo sul trave si possono utilizzare girelle a tre vie ( vedi il link precedente) che dovrebbero garantire assenza di attorciliamento ( nei negozi di pesca si trovano terminali gia' pronti ,montati con girella, con 6/9 ami provvisti di perline fosforescenti, oppure terminali in acciai,con amo singolo, da montare sul trave, vedi foto sotto).
Si tenga presente che nel bolentino di profondita' i problemi di visibilita' della lenza e di comportamento naturale dell'esca non sono determinanti, il pesce e' molto meno sospettoso, o forse piu' affamato, la visibilita' e' molto scarsa, quindi le lenze presentano meno problemi.
Nella figura a lato e' riportata una lenza tipica.
Sono previsti otto braccioli, ciascuno con una StarLight in prossimita della legatura al terminale ( molto piu' efficente delle perline fosforescenti).


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Terminale in acciaio

Si inserisce la parte spiralata nel trave,
provisto di nodo e perlina salvanodo



La presenza delle Starlight, a queste profondita di pesca, e' spesso determinante.Infatti, anche a breve distanza, il pesce non ha modo di vedere l'esca, mentre con la StarLight si avvicina per curiosita' e la individua (questo sistema e' stato copiato dalla natura, alcuni pesci, ad esempio la Rana Pescatrice,o Coda di Rospo, utilizzano organi molto vistosi, simili ad una piccola piuma, come richiamo per le prede), vedi nota.
Per le maggiori profondita (e specialmente per le Cernie), al posto delle starlight che hanno una bassa luminosita, si utilizzano lampade alimentate a batteria con luce fissa o lampeggiante, queste ultime sembrano avere un potere attirante migliore, in particolare per le Cernie.
Esistono in commercio anche lampade provviste di cavo, quindi alimentate da batterie sulla barca, ma, per la lunghezza del cavo, non sono adatte a grandi profondita e possono avere difficolta di posizionamento ( essendo assicurate ad un cavetto diverso dalla lenza, a causa delle correnti, possono posizionarsi distanti dall'esca).
A rigurdo dell'uso di fonti luminose, la legge sulla pesca sportiva in mare vieta ogni sorgente luminosa ( ad esclusione della torcia per i subacquei e una lampada per la pesca con la fiocina),quindi dovrebbero essere vietate anche le Starlight e le perline fosforescenti, fortunatamente nella confusione piu' completa che regna nelle normative sulla pesca ,sportiva e non,sono, quasi sempre, tollerate.
Si noti che nello schema della lenza e' riportato un piombo da 500/1000 gr che e' un valore mediamente valido, ma alle profondita' maggiori e in presenza di corrente puo' essere necessario utilizzare diversi chilogrammi di peso.
La lenza cosi' caricata impone l'uso di sitemi di recupero particolarmente robusti ma non limita la semsibilita', infatti, devo dire con una certa sorpresa, si avvertono distintamente le abboccate, anche semplicemente tenedo la lenza tra le dita.


FONTE:CHARTERPESCA.NET (TESTO E FOTO).
Mico7
Mico7
postatore lv 3
postatore lv 3

Messaggi : 241
Data d'iscrizione : 13.06.10
Età : 29
Località : Reggio Calabria

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum