RACCONTO DI PESCA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

RACCONTO DI PESCA

Messaggio  GinoSpigolaAdmin il Sab Nov 06, 2010 11:22 pm

COME DA RICHIESTA ....copio ed incollo.....da altro forum ...
rocella jonica 15 Settembre 2009





Questo è un racconto insolito, direi inusuale, rispetto ad altri pubblicati, visto che la "preda presunta" (supponiamo della famiglia dei tunnidi) non è salita a bordo.


Ore 4,50 la sveglia suona,sono già sveglio dietro i fornelli del gas aspettando il sospirato caffè. Sono pronto ad andare a prendere il mio fido compagno di pesca, un altro malato, mio "PADRE", colui che mi ha trasmesso la passione per la pesca, per la traina costiera sino a qualche anno fa con la nostra "mitica" Canadian. Poi crescendo abbiamo scelto di fare un piccolo passetto avanti e abbiamo preso un 18 piedini che per farci le ossa e pescare in modo un po' più serio oltre le 6 miglia va più che bene, per ora (capito papà?).


Arrivo, macchina caricata, quasi pronti per farci i nostri bei km di "A3" per arrivare al porto (roccella jonica), ma stiamo aspettando il terzo, un altro malatino di pesca che non vuole proprio saperne di alzarsi presto.
Appuntamento ore 5:30, sono le 5:45 e non si vede arrivare (quasi quasi lo lascio qui)… 5:50 eccolo, si e salvato via si parte.


Dopo un'oretta e mezzo siamo al solito bar per "colazionare", solito distributore per rifornimento bidone e finalmente in porto,fase di "sistemamento" e di "riscaldamento motore" … 8:00 siamo fuori dal porto, puntatina a terra,cosi accontento papà ad un'oretta a seppie ,ma dopo scarsi risultati, si decide, finalmente, di metterci in traina.

Velocità 6/7 nodi, prua del "18" piedini verso batimetriche di rilievo, cominciando a filare 4 canne, le due esterne con due kona da 16 cm a circa 80 mt le due interne a circa 40 mt un kona da 14 cm ed altro kona da 14 montato con un bird .

Mare poco mosso con vento debole da nord, niente d'impegnativo, è una bella giornata di novembre. Passano un paio di orette, la giornata non è delle migliori a livello di pescosità, siamo a 8 miglia dalla costa su batimetriche 700/1000, le cicale dei mulinelli non vogliono cantare,allora si decide di fare una puntatina verso le "Caponare", siamo a 5 miglia di distanza.


Ammazziamo il tempo con un panino ed un caffè. Mancano 2 miglia quando il rumore della cicala del mulinello tyrnos 30 lb prevale sul rumore del motore. Adrenalina a 1000, cedo volentieri il timone a mio padre, afferro la canna, chiudo un po' la frizione ma il filo esce, non ne vuole sapere di fermarsi, metto la cintura e comincio a lavorarlo sono fuori di circa 300 mt di filo. Ora tocca a me, comincio a pompare … recupero filo sono a 100 mt e lui riparte, recupero 50mt e lui si frega 70 mt … e giù non ne vuole sapere di venire fuori, sono 20 minuti che sono attaccato ad un autotreno … non vuole saperne, comincio a sentire la stanchezza ma non mollo.



Finalmente vedo in lontananza ,a circa 100 metri , la schiuma, è in superficie, ma non riesco a capire, recupero una 20 di metri,il nylon sempre in tensione sembra una corda di chitarra, la frizione quasi tutta chiusa e lui ogni tanto chiama filo.



Riparte, non lo vedo più e giù di nuovo e via a riprendersi filo, si è portato in un niente 150 metri di filo, chiudo totalmente la frizione, me la sto facendo sotto che taglia, ma devo frenarlo un poco se no qui mi finisce il filo.

Cerco di tirarlo su con forza, la canna praticamente è tutta piegata, siamo in una fase di stallo: io tiro e lui tira, qui si rompe tutto ma ad un certo momento lo sento che viene verso di me, ok recupero velocemente come un pazzo, per tenere il filo sempre teso, ho le braccia che non me le sento, si ferma di botta cerco di tirarlo su ma senza successo un'occhiata veloce alla bobina è dentro il nodino dei 100 metri perciò sarò ad un 80 metri.

Comincio a raccogliere il filo tranquillamente, sta venendo verso di me … ma di colpo vedo spuntare a 50 metri dalla poppa il " bird" c…zo ha tagliato …….Sono morto non sento più le braccia, sono letteralmente distrutto recupero e mi accorgo che non ha tagliato ma si e slamato.


Si sono incaxxto ma contento da un lato.
Si chiama o non si chiama "BIGGAME"??
bé oggi ha vinto lui domani chissà forse vincerò io, sicuramente mi ha lasciato una sensazione mai provata prima ed un po' più d'esperienza.
Permettetemi un Grazie al mio adorato "BABBO" che mi ha trasmesso questa passione ,alla santa di mia "MADRE" che ci sopporta (non solo per la pesca) ed un altro Grazie va a tutti voi per i numerosi e sempre utili consigli.


Spero che il prossimo racconto sia a lieto fine

Umberto Rocchi


avatar
GinoSpigolaAdmin
Admin
Admin

Messaggi : 2855
Data d'iscrizione : 04.06.10
Età : 56
Località : Reggio Calabria

Vedi il profilo dell'utente http://reggiocalabriapesca.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum