DESCRIZIONE SPECIE D'ACQUA DOLCE PARTE 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

DESCRIZIONE SPECIE D'ACQUA DOLCE PARTE 2

Messaggio  bigattino 92 il Gio Giu 17, 2010 4:39 pm

salve a tutti oggi vorrei parlarvi di un altra specie che popola i nostri corsi d'acqua ovvero il cavedano (Squalius cephalus) è un pesce di acqua dolce appartenente alla famiglia dei Ciprinidi dell'ordine degli Cypriniformes.


DESCRIZIONE






[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


È caratterizzato dalla bocca grande e terminale, e dal corpo affusolato. La livrea è uniforme, grigio-verdastra (più chiara sul ventre), con scaglie bordate delicatamente di scuro. Le pinne sono bruno-giallastre.
Nei luoghi dove raggiunge le maggiori dimensioni (soprattutto nei grandi laghi del Nord-Italia) può arrivare ad una lunghezza di circa 60 cm e al peso di 3,5 kg, ma solitamente rimane di dimensioni più modeste.


DISTRIBUZIONE E HABITAT



È diffuso in tutta Europa e in alcune zone del Medio Oriente (bacino del Tigri e dell'Eufrate)
Abita le acque dolci correnti, limpide e calme. Nei laghi si distribuisce lungo le acque litorali, nei fiumi fino agli estuari. È un pesce molto resistente agli inquinamenti, in quanto può risultare presente anche in acque rese eutrofiche da scarichi industriali o in siti a bassa concentrazione di ossigeno.




COMPORTAMENTO


I giovani formano piccoli gruppi, gli adulti hanno abitudini più solitarie



RIPRODUZIONE


La riproduzione avviene in tarda primavera (aprile-giugno) in acque poco profonde: le uova, gialle e molto piccole (0,7 mm) sono deposte su massi e tronchi sommersi, oppure sul fondo ghiaioso, e si schiudono entro una settimana.
Lo sviluppo è mediamente lento: la maturità sessuale giunge a 3-4 anni nei maschi e a 4-5 anni nelle femmine.


ALIMENTAZIONE

Gli esemplari giovanili hanno dieta onnivora, così come gli adulti, che però si cibano anche di pesci.



PESCA

Le sue carni sono buone, ma a causa dell'estrema liscosità non sono generalmente apprezzate. Tuttavia l'estrema furbizia e la combattività fanno di questo pesce una delle prede più ambite.
Viene pescato sportivamente con l'ausilio di bigattini, lombrichi, pane ed anche frutta di stagione(es.:uva). Si cattura sia con esche naturali che artificiali. Tra le tecniche di pesca più redditizie sicuramente la "pesca a mosca" è quella più indicata in tutte le stagioni dell'anno
avatar
bigattino 92
postatore lv 3
postatore lv 3

Messaggi : 249
Data d'iscrizione : 09.06.10
Età : 25
Località : san roberto

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum